Per il “battesimo di volo” di nostra figlia Vichi non potevamo scegliere una meta così vicina: Taiwan solo 13 ore filate di viaggio.
Se a questo si aggiunge che aveva appena compiuto 5 mesi capirete bene la mia preoccupazione.
Non riuscivo ad immaginare che tipo di reazione avrebbe avuto durante il tragitto.
“E se piange tutto il tempo?” “Riuscirà a dormire almeno alcune ore?”.”Daremo fastidio agli altri passeggeri?” vista la galoppante intolleranza a qualsiasi rumore durante il sorvolo.
Alla fine della favola tutte queste domande hanno avuto una risposta consolatoria nella dormita di mia figlia di almeno 10 ore in una comoda culletta fissata di fronte ai nostri posti a sedere. Per le restanti tre ore ha giocato e cambiato diversi pannolini.
Per questo motivo mi sento di consigliare la prenotazione del “bed box” per neonati per affrontare lunghi voli internazionali.
Nel nostro caso pur avendo viaggiato su un aeromobile della China Airlines abbiamo dovuto chiamare il Call Center di Alitalia per prenotarla.
Questo perché abbiamo scelto di acquistare i biglietti direttamente dal sito web di Alitalia (veniva applicata una tariffa inferiore) che ha una partnership con China Airlines in quanto entrambe fanno parte dello SKY TEAM.
Sempre su richiesta viene fornito anche il pasto per neonati che ovviamente consiste in omogeneizzati di carne e di frutta.
Viene garantito l’imbarco prioritario alle famiglie con bambini con una buona accoglienza sul velivolo da parte del personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *