Dalla stazione ferroviaria di Bei, piccola cittadina dell’Hokkaido, con un autobus urbano in meno di 20 minuti si arriva allo “Shirogane Blue Pond”, la principale attrazione turistica della zona.

Blue pond Biei

Si tratta di uno stagno artificiale creato per proteggere Biei dal fango e dalla lava dopo l’eruzione del vulcano Tokachi avvenuto nel 1989. Lo straordinario colore blu cobalto delle sue acque è dovuto alla presenza di una miscela di idrossido di alluminio le cui particelle riflettono la luce blu. 

Io con il blue pond
sfondo blue pond

Da lì proseguendo per un sentiero con una piacevole camminata si raggiungono le cascate  foto cascate.

sentiero per le cascate
cascata di biei

Facendo ritorno a Biei per l’ora di pranzo consiglio di fermarsi al piccolo ristorante “Daimaru”  per provare le specialità del luogo che sono il “tonkatsu” cotoletta di maiale fritta, i “kare udon” una varietà di pasta preparata con farina di grano duro simile alle tagliatelle accompagnato da una gustosa salsa al curry.

entrata ristorante Daimaru Biei
Tonkatsu con udon curry
bistecca speciale di maiale di Biei

A fine pranzo non mi sono fatto mancare il dolce tipico che è un gelato al latte ( il latte è buonissimo in tutta la regione dell’Hokkaido tanto da venir esportato in tutto Il Giappone) accompagnato da un “churro” preparato sul momento, una vera goduria.

Churro con gelato fiordilatte

Prima di riprendere il treno per Asahikawa consiglio una passegiata rilassante per le strade di Biei che ricorda per la sua architettura un paese del nord europa.

casa tipica di biei
altre case tipiche di biei

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *