Dal “ferry terminal” di Wando in meno di 50 minuti di traghetto raggiungerete l’isola di Cheongsando.

Vista di Wando dal traghetto

Dal porto dell’isola parte un autobus turistico che tocca i punti di maggiore interesse.

La prima sosta è stata il “Cheongsando slow trail”, una strada antica che gli abitanti dell’isola usavano per spostarsi di villaggio in villaggio  e che adesso si può percorrere “lentamente” ammirando il bellissimo paesaggio. Nel 2010 sono stati aperti ben 17 percorsi per un totale di 42 km circa.

Una delle slow road

La vista della baia
Paesaggio dell’ isola

Questa parte dell’isola è stata anche scelta come location per girare delle famose soap opera (“drama”) coreane.

La location di una famosa drama coreana

La seconda fermata dell’autobus turistico si trova ai piedi di una lunga ascesa che porta al “Beombawi”, una roccia misteriosa che emana un così  forte magnetismo da mandare in tilt qualsiasi bussola. Il nome di questa roccia deriva dalla sua forma che ricorda una tigre accovacciata e quando il vento spira è possibile ascoltare un suono simile ad un ruggito!

Beombawi, la roccia misteriosa
La tigre accovacciata
L’osservatorio con il Beombawi alle spalle

Prima di rientrare a Wando abbiamo fatto una piccola sosta presso la spiaggia di Puldeung nella parte orientale dell’isola.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *